Giraffa

/Giraffa
Giraffa2018-11-15T08:42:39+00:00
CLASSE
Mammiferi
FAMIGLIA
Giraffidae
NOME SCIENTIFICO
Giraffa camelopardalis
DOVE SI TROVA NEL PARCO
Safari
DISTRIBUZIONE:
tutta l’Africa a sud del Sahara.

DIMENSIONI:
E' il più alto animale terrestre, con record di quasi 6 mt.
Il maschio in media è alto 5,3 mt, contro i 4,3 mt. della femmina.
Peso medio 800 Kg. con punte di 1.800 Kg.

HABITAT:
terreni alberati aperti e savane

ALIMENTAZIONE:
si nutre di vegetazione alta (acacie, mimose, ecc.), rami e spine compresi.

RIPRODUZIONE:
può avvenire in qualsiasi periodo dell’anno ed è caratterizzata da una gestazione di circa 450 giorni (15 mesi) e dalla nascita di 1 unico cucciolo, già alto 2 mt. e pesante 50-70 Kg. Lo svezzamento si ha a circa 1 anno e la maturità sessuale dai 3 ai 5 anni.

NOTE:
è un animale timido e schivo, che vive in piccoli gruppi. In caso di minaccia può correre ad oltre 50 Km. orari e può assestare calci mortali con le zampe anteriori. In cattività vive oltre 35 anni.

La giraffa è un grande mammifero artiodattilo africano appartenente alla famiglia dei Giraffidi, che annovera solo un’altra specie vivente, l’okapi (Okapia johnstoni). È inconfondibile per la forma e le dimensioni. Ha un collo eccezionalmente lungo sorretto da un corpo relativamente corto e zampe molto lunghe. È il più alto tra tutti gli animali terrestri viventi superando abbondantemente i 5 metri di altezza e la tonnellata di peso. Se ne riconoscono fino a 9 sottospecie che differiscono per la forma, dimensione e colore delle macchie che compongono il caratteristico mantello pezzato. Ogni individuo è caratterizzato dal proprio unico disegno distinguibile dagli altri. I maschi sono generalmente più alti e pesanti delle femmine raggiungendo eccezionalmente i 6 metri di altezza e i 1.600 kg di peso. Il collo, che può superare i 2 metri, è composto come in tutti i mammiferi da 7 vertebre cervicali estremamente allungate. Sul capo sono presenti due piccole corna ricoperte di pelo (ossiconi) e una protuberanza ossea mediana più evidente nei maschi. La lingua è assai lunga (50 cm), prensile e coriacea e consente alla giraffa di cibarsi delle foglie di acacia noncurante delle spine sui rami della pianta. Per raggiungere il suolo con la testa (ad esempio per bere) la giraffa è costretta a divaricare gli arti anteriori, mentre può riposarsi inginocchiandosi su tutti e quattro gli arti. Ha solamente due andature, il passo o il galoppo. Non forma mandrie e non mostre spiccata socialità. Diffusa in quasi tutta l’Africa subsahariana, abita le savane alberate e le boscaglie dove si ciba preferenzialmente di foglie di acacia o di altri alberi. I maschi durante il periodo riproduttivo si fronteggiano di fianco colpendosi con il collo (necking). Ogni femmina partorisce un singolo piccolo che alla nascita è altro circa 1,8 metri con il collo in proporzione più corto rispetto all’adulto per facilitare il parto. Le giraffe hanno un’aspettativa di vita di circa 25 anni, molto elevata se rapportata agli altri ruminanti. Da adulti non hanno predatori naturali anche se occasionalmente possono essere vittime di leoni. I giovani sono più vulnerabili e sono predati da leoni, leopardi, licaoni e iene macchiate.