Elefante Africano

/Elefante Africano
Elefante Africano2018-11-15T08:48:52+00:00
CLASSE
Mammiferi
FAMIGLIA
Elephantidae
NOME SCIENTIFICO
Loxodonta Africana
DOVE SI TROVA NEL PARCO
Safari
DISTRIBUZIONE:
Una volta presente in tutta l’Africa, oggi è localizzato in Africa meridionale e orientale.

DIMENSIONI:
E’ il più grosso essere vivente dopo i cetacei, con lunghezza di 7.5 mt. compresa la proboscide prensile, e con altezza di 3.4 mt. Il peso supera a volte le 7.5 tonnellate. Il record per una zanna.

HABITAT:
Variabile (foreste, savane, zone aride, ecc., dal livello del mare ad oltre 5000 mt. di altitudine).

ALIMENTAZIONE:
In natura divora 150-170 kg di vegetali vari al giorno (erbe, cortecce, radici, ecc.).

RIPRODUZIONE:
Dopo una gestazione di 22 mesi, nasce solitamente un unico piccolo di 90-120 kg., che poppa per 2-3 anni e che raggiunge la maturità sessuale verso i 14 anni.

NOTE:
Vive in gruppi matriarcali di femmine con i piccoli; i maschi maturi formano branchi separati ed i maschi più vecchi sono spesso solitari. L’unico suo nemico è l’Uomo che lo stermina illegalmente per l’ avorio delle sue zanne. Longevità fino a 70 anni.

L’elefante africano è il più grande animale vivente in terra. Questo animale ha orecchie enormi, che oltre ad assicurargli un udito molto fine sono anche utili per la dispersione di calore. La struttura fisica presenta diverse differenze con il parente asiatico. Il dorso è curvo, il cranio appiattito frontalmente, la proboscide presenta due appendici digitiformi. Le zanne, che sono gli incisivi superiori allungati, sono molto grandi e nei maschi superano il metro e mezzo di lunghezza e i 100 kg di peso. Il suo nome scientifico Loxodonta, in greco significa “dente obliquo” e si riferisce proprio a queste poderose appendici. Vive nella savana e si ciba di vegetazione erbacea come graminacee, acacie, arbusti, etc. Si nutre abbondantemente anche di fogliame, frutti, corteccia. Grazie alla sua lunga e robusta proboscide è in grado di raggiungere anche i rami più alti. Questo animale deve ingerire circa 350 kg di cibo al giorno. I maschi misurano 6-6,5 metri di lunghezza, circa 3,2-3,7 metri di altezza al garrese e il peso può raggiungere anche 8 tonnellate. Le femmine sono più piccole, arrivano a 5 tonnellate di peso. La maturità sessuale varia con le condizioni ambientale e solitamente viene raggiunta da entrambi i sessi fra gli 8 e i 13 anni. Nelle femmine l’estro si verifica mediamente ogni 2 mesi. La fase di eccitazione sessuale dei maschi viene definita must e li porta alla ricerca di femmine tramite stimoli olfattivi; in questa fase i maschi sono particolarmente aggressivi. La gestazione dell’elefante africano la più lunga di tutti i mammiferi, dura 20-22 mesi al termine dei quali nasce un solo piccolo (parti gemellari sono possibili ma rarissimi). Alla nascita il cucciolo maschio pesa circa 120 kg, la femmina circa 90-100 kg e sono entrambi lunghi circa 1,60 metri e alti 1,20 metri. Il neonato ha la pelle rugosa e ricoperta di peli radi; dopo pochi minuti dalla nascita è in grado di reggersi in piedi. Per i primi 3 anni il piccolo rimane sempre appresso alla madre, che lo allatta e lo protegge costantemente. In caso di allontanamento momentaneo o di morte della madre il cucciolo viene preso in consegna da altre femmine del branco. L’elefante è un animale sociale che vive in grandi branchi che possono arrivare a contare anche una settantina di individui. Questi gruppi hanno struttura matriarcale e sono guidati solitamente dalla femmina più anziana. Talvolta i maschi, specie quelli morenti, vivono solitari, mentre le femmine solitamente rimangono nel branco tutta la vita. Gli elefanti dimostrano grande attaccamento tra i membri del gruppo.: quando un esemplare anziano si accascia al suolo, si possono osservare gli altri esemplari che tentano di risollevarlo e rimanergli accanto finchè non spira; i piccoli si mantengono all’interno del branco e sono efficacemente protetti dagli adulti in caso di attacco di predatori. La difesa dei cuccioli è anche uno dei possibili motivi che possono portare un elefante adulto a mostrarsi aggressivo verso gli esseri umani. Amano molto l’acqua che per loro è fondamentale per pulirsi e rinfrescarsi. Usano la loro proboscide per raccogliere parecchi litri d’acqua e spruzzarseli addosso come se fosse una doccia. E’ un animale molto longevo, vive mediamente 70/75 anni.