Dromedario

/Dromedario
Dromedario2018-11-15T08:55:45+00:00
CLASSE
Mammiferi
FAMIGLIA
Camelidae
NOME SCIENTIFICO
Camelus dromedarius
DOVE SI TROVA NEL PARCO
Safari
DISTRIBUZIONE.
Presenti allo stato selvatico dall’Asia centrale alla Mongolia il cammello (a 2 gobbe), e nella regione arabica e nordafricana il dromedario (ad 1 gobba). Introdotti in Australia ed altrove.

DIMENSIONI.
Fino a 3,5 mt. più la coda. Altezza al dorso 1,8 –2,1 mt. Peso 450 – 700 Kg.

HABITAT.
Zone aride e semidesertiche, steppe, ecc., con temperature sia torride che quasi polari.

ALIMENTAZIONE.
Si nutrono di vegetali di ogni tipo, anche se immangiabili per altri erbivori. Sopportano benissimo la sete anche per settimane, se hanno cibo verde a disposizione, ma possono bere in una sola volta oltre 100 litri di acqua dolce o salmastra

RIPRODUZIONE.
Dopo 12-14 mesi di gestazione, nasce 1 solo piccolo (raramente 2). Il picco dei parti si ha a fine inverno/primavera ma è possibile anche in altri periodi. Lo svezzamento si ha a circa 12-15 mesi. La maturità sessuale è raggiunta a 2-3 anni e la riproduzione è possibile per tutta la vita (anche 50 anni).

NOTE:
Ormai presenti quasi soltanto allo stato domestico, vengono sfruttati quali animali da trasporto, per le pelli, la carne ed il latte ed addirittura per le corse sportive, dove superano i 65 Km. orari.

Il dromedario è un mammifero artiodattilo della famiglia dei Camelidi, originariamente diffuso in Asia e Africa settentrionale, e introdotto dall’uomo in Australia. Attualmente sono stimati circa 13 milioni di dromedari domesticati diffusi in diverse regioni del globo nonché in cattività. L’origine dell’addomesticamento del dromedario risale circa al 4000 a.C. nella penisola Arabica. L’uomo selezionò il dromedario per le sue spiccate doti di tolleranza a climi ostili, resistenza a spostamenti anche ingenti e in assenza di risorse idriche e alimentari. Oltre a sfruttare tali caratteristiche che ne fanno un ottimo animale da soma, da cavalcatura e in passato da guerra, il dromedario viene allevato anche per il latte, il grasso, la carne, la pelle e il pelo. I maschi, più grandi delle femmine, raggiungono un’altezza di 1,8–2 m e un peso di 400–600kg (eccezionalmente possono arrivare alla tonnellata). La singola gobba, che lo differenzia dal cammello che ne ha due, può misurare oltre 20 cm ed è composta da grasso e tessuto fibroso e serve come riserva di nutrienti. Il colore del manto generalmente tendente al beige è molto variabile potendo assumere colorazioni anche quasi nere o bianche. L’habitat elettivo è costituito da ambienti aridi con scarsa vegetazione. Di attività diurna, compone mandrie con un maschio dominante. Dotato di udito e olfatto finissimi, il dromedario è in grado di resistere grazie a speciali adattamenti fisiologici senza acqua e cibo per molti giorni. Si ciba si ogni tipologia di vegetali anche tossici. Non ha predatori naturali anche se occasionalmente può essere predato da lupi, leoni e tigri.